ITINERARI NATURALISTICI

Il pellegrino medievale che, diretto a Roma, percorreva la "Strada dell'Alpe di Serra", si stupiva nel trovarsi improvvisamente davanti al pratone ondulato di Nasseto: oasi verde sulla mezza costa di un versante desolato ed arido detto anticamente "Biancheria di Romagna" perché reso spettrale dagli strati della marnoso-arenacea.

Maggiori dettagli

L'area si estende su circa 500 ettari nella zona tra il monte Zuccherodante (1127) e Poggio Lombardone (1274), tra la SP. 138 di Passo dei Mandrioli e la mulattiera di Passo di Serra, e che confluisce vertiginosamente nei fossi del Capanno e di Racetto.

Maggiori dettagli

Il lago artificiale di Ridracoli ha creato un nuovo ambiente naturale di grande interesse. I due rami dell'invaso s'insinuano tra i crinali contorti dell'Appennino fino a lambire la Foresta della Lama ed il Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi.

Maggiori dettagli