Santuario della Madonna di Corzano

Il Santuario, posto sul colle di Corzano (678 slm) che domina l'alta valle del Savio, è sorto nella metà dell'Ottocento per conservare e venerare una immagine della "Madonna col Bambino", raffigurata in un affresco quattrocentesco all'interno di una chiesetta che si ergeva tra le rovine del castello abbandonato. Nel 1835 la Madonna di Corzano, invocata dal popolo, fece cessare i forti terremoti riconducendo a se la devozione: allora si intrapresero lavori che hanno cambiato la fisionomia della chiesetta e del brullo colle. Nel 1923 l'affresco raffigurante la Madonna col Bambino e S. Caterina d'Alessandria fu distaccato dal muro ove era posto e collocato in una teca di legno; negli anni Settanta sono stati effettuati lavori di consolidamento e restauro di tutto il santuario che minacciava crolli.

Oggi il santuario di Corzano è un'oasi serena ove natura, fede e storia s'intrecciano in modo suggestivo, facendone meta di pellegrinaggi, passeggiate, escursioni. Almeno dalla metà dell'Ottocento chi ha provveduto fisicamente e custodito il santuario è stato sempre un "romito", cioè un laico che vi abitava, lavorava e raccoglieva elemosine: fratel Antonio dalla metà dell'Oottocento; Pellegrino Scotti di Meldola dal 1895 al 1916; Ferdinando Bertozzi di S. Piero fino al 1932; Roberto Bertoni di Meldola dal 1941 fino agli anni Cinquanta del Novecento. L'ultimo romito è stato Quirino Maggio da Manduria (1921-1994) che ha abitato a Corzano dal 1969 al 1988: col suo costante caparbio impegno è riuscito ad accellerare i tempi delle burocrazia e spingere la Soprintendenza a riprendere i lavori di restauro al santuario (1975), di nuovo pericolante. Un suo rilievo in bronzo, modellato da Carmelo Puzzolo, lo ricorda ai visitatori sulla soglia del santuario.

Ruderi della rocca di Corzano   Ruderi della rocca di CorzanoViale di accesso a CorzanoAffresco quattrocentesco della Madonna di CorzanoPortichetto di accesso al Santuario della Madonna di Corzano

 

 

Per saperne di più:
Catalogo della mostra "Corzano un paesaggio da salvare" (2006)

 













 
Anschrift
S. Piero in Bagno - Via Corzano, 14 - 47021 Bagno di Romagna (FC)
Kontakte
Telefon: 0039 0543917402

Anreise

IN AUTO: Da Bagno di Romagna si segue la SP. 138 fino a San Piero in Bagno dove, per via Garibaldi e Piazza Allende, si giunge in Via Verdi che si percorre fino ad una deviazione sulla sinistra, indicata da cartelli, che immette in una stretta strada che in 2 km conduce agli ampi parcheggi del Santuario. E' percorribile anche da autobus di medie dimensioni. (Totale 6 km da Bagno di Romagna).

A PIEDI: è raggiungibile a piedi da S. Piero in Bagno seguendo la bella mulattiera mulattiera (km 1,200) che inizia di lato alla chiesa parrocchiale (Sentiero CAI 193 e "Val di Bagno Trek").












 
Öffnungszeiten
  • Öffnungszeiten
    Maggio-Ottobre
Fri, 09 Jun 2017 14:58:17 +0000
Tourist Office of Reference

Tourist Information Office - Zentrum Besuchen Sie den Nationalpark des Casentino Wälder
Via Fiorentina, 38 - BAGNO DI ROMAGNA