Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. 

FONTANE, PONTI, CANALI

Indietro

Ponte sul Bidente di Ridracoli

Ponte sul Bidente di Ridracoli

Il ponte in muratura ad un solo arco é uno dei manufatti più interessanti di Ridracoli. Nel 1816 l'ingegnere del Circondario di Rocca S. Casciano Giulio Gentili preparò due progetti per la costruzione di un ponte sul Bidente, a Ridracoli: uno in legno, come il precedente che era andato distrutto proprio in quell'anno per le piene, l'altro in pietra ad un arco a sesto ribassato. La popolazione della zona spinse perché il Comune di Bagno di Romagna scegliesse questo secondo progetto, più costoso ma più affidabile e duraturo.

Fu poi costruito tra il 1830 ed il 1831 da Michele Giovannetti accollatario delle strade intorno a Ridracoli. Nel 1895 fu ricostruito in parte. Sulla sponda destra ha il Mulino di Sotto, sull'altra la celebre "Osteria del Terrore" e conduce a Palazzo Giovannetti.
E' chiuso al traffico veicolare.

Come arrivare

IN AUTO: Da Bagno di Romagna si segue la SP. 138 in direnzione Cesena; attraversato il paese di San Piero in Bagno, ad un bivio si segue sulla sinistra la SP. 26 che conduce in Val Bidente e la si percorre fino a S. Sofia (km 18). Da qui si segue la SP. 4  che risale la valle del Bidente di Ridracoli fino a Isola (4 km) ove si devia a sinistra sulla SP. 112 che giunge a Ponte a Ridracoli in 13 km.  Da Forlì e Stia - Pratovecchio:  SP. 4  (ex SS. 310 Bidentina), bivio a Isola (km 47,5) per imboccare la SP. 112 fino a Ridracoli. (Totale 35 km da Bagno di Romagna).


 
mar, 30 giu 2020 10:04:55 +0000