Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. 

ARCHI, PORTE, MURA, PORTICI

Indietro

Mura castellane


Mura castellane a Bagno di Romagna

Bagno di Romagna nel Trecento era un piccolo ma popoloso castrum circondato da mura lungo cui sorgevano due torri e si aprivano due porte: così ce lo raccontano alcuni documenti, in particolare la "Descriptio Romandiole" (1371) del cardinale Anglic de Grimoard; e così è raffigurato in una "veduta" del 1788 dipinta da Antonio Fedi.

Nel corso dell'Ottocento lunghi tratti della mura urbiche furono abbattuti "per dare aria" al paese, altri inglobati in alcuni palazzi.

Sul lato ovest del paese, lungo le vie del Popolo e Circonvallazione, rimane una parte di quel perimetro murato in cui é inserito anche un "Torrione", una struttura difensiva interessante dal punto di vista architettonico e storico: di impianto circolare, con un piccolo accesso a est, è realizzato in sasso con murature costituite da corsi estremamente regolari e la copertura a lastre di arenaria. E' stato recuperato e restaurato recentemente.

Come arrivare

A piedi: i resti delle mura castellane sono in Via Circonvallazione e Via del Popolo.

ven, 03 lug 2020 14:31:29 +0000